L'astinenza, durata ben sedici anni, è finita. Il Terziere Matiggia - l'ultimo drappo vinto risaliva al 1992 - domenica sera ha conquistato il Palio, con il tempo di 2'31''30.
Secondo classificato il Castello che ha totalizzato 2'33"07, terzo ed ultimo il terziere del Piano con il tempo di 2'35''37.
Un risultato, quello ottenuto dal Matiggia, che subito ha fatto capire ai più esperti che sarebbe stato difficile da superare.
E così è stato. Un palio da incorniciare questo targato 2008 visto che, forse per la prima volta, non ci sono state nè contestazioni né tanto meno penalità da parte di tutti e tre i terzieri.
Tifo da stadio da parte del popolo giallo-nero all'annuncio ufficiale della loro vittoria. Acclamati come campioni e portati in trionfo i popolani che hanno regalato la vittoria al terziere Matiggia, senza dubbio i veri e grandi protagonisti di questa competizione, unica e particolare.
Tant'è che la festa si è protratta fino a notte fonda. Il programma domenica sera ha subito qualche cambimento, per timore che le condizioni meteo all'improvviso mutassero.
E così i figuranti non hanno sfilato, ma hanno occupato le tribune a loro riservate. Una decisione giudicata positiva, in quanto alla disfida dei carri è stato dato più spazio, quanto ne merita.
Uno spettacolo coinvolgente, tanto più suggestivo visto che s'è svolto in notturna e che gli spettatori hanno potuto seguire in tutta la sua interezza, grazie ai maxischermi installati nelle due piazze.
Un esperimento riuscito, promosso anche da chi ha assistito alla corsa e che probabilmente verrà ripetuto anche in futuro.
Entusiasta il priore del Matiggia, Alberto Pagnotta: "Abbiamo coronato un sogno, onore ai nostri portacolori per questa vittoria, che è la vittoria di tutto il terziere".
Onore alle armi dagli sconfitti. "Certamente sono dispiaciuto che il Piano non ce l'abbia fatta - ammette il priore Leonardo Fonti - sono contento per Matiggia e per il fatto che è stata un'edizione dove non si sono verificate le solite contestazioni".
Niente da recriminare da parte del priore del Castello, Patrizio Dominici. "Sono felice che i miei ragazzi si siano comportati così bene, questa del 2008 è stata un'edizione veramente bella, senza recriminazioni, che ha fato dimenticare quella dell'anno passato".
Appagato il presidente dell'Ente Palio dei Terzieri, Giuseppe Bernardini: "Un'edizione da incorniciare, tutto è filato liscio e questo è un risultato positivo, grazie al nuovo regolamento stilato dai tre priori insieme all'Ente Palio che non ha dato problemi".
Ecco i popolani che hanno portato alla vittoria il Matiggia: Paolo Baliani, Antony Bartolomei, Riccardo Calandri, Gianni Campana, Marco Ceccaroni, Gianluca Celesti, Emanuele Ciarletti, Daniele Ciarletti, Roberto Ciotti, Riccardo Di Cesare, Christian Falasca, Gasparrini Alessio, Gentili Roberto, Andrea Liberati, Roberto Liberati, Mauro Maggi, Simone Marchionni, Marco Mori, Gianluca Partenzi, Marco Paggi, Alessandro Pietrolati, Valerio Pompei, Elvi Satrini, Fabrizio Tabarrini, Luca Venturini, Simone Venturini, Daniele Tarlati e Luca Tarlati.
Responsabile corsa Antonio Flamini e responsabile tecnico Oriano Capocciuti.

Anna Maria Piccirilli
dal Corriere dell'Umbria Martedì 7 Ottobre 2008




0 commenti

Posta un commento

Cerca notizie e informazioni su Spoleto e l'Umbria

Cerca per argomento

Cerca per mese di pubblicazione

News dalla Provincia di Perugia