Trevi - Il borgo si tuffa nel medioevo

E si è arrivati all'ultimo fine settimana in compagnia dell'Ottobre Trevano che chiuderà i battenti domenica prossima, 26 ottobre.
Folklore, storia, enogastronomia, cultura e tanto altro ancora, organizzate e curate dai vari soggetti interessati, sono state le attrattive che fanno di questa manifestazione una delle iniziative più seguite ed amate di tutto il comprensorio, capace di attrarre centinaia di migliaia di visitatori.
A far alzare il sipario su quest'ultimo week-end è la rappresentazione "Medioevo andata e ritorno", proiezione di un cortometraggio curato dai ragazzi che frequentano la scuola secondaria di primo grado dell'Istituto Valenti.
Rappresentazione che avrà inizio alle 21 di questa sera che avrà come location il Teatro Clitunno. Concerto musicale e medioevo in primi piano, gli eventi in programma per domani pomeriggio. Sarà la bella ed imponente chiesa di San Francesco (ore 18) ad ospitare il concerto dell'Ensemble Orientis Partibus "Su la rivera" con musiche di festa nel medioevo in collaborazione con d'UmbriaAnticaMusica, Festival internazionale di Musica antica nei luoghi storici dell'Umbria.
Un evento questo che negli anni passati è stato molto apprezzato e seguito con enorme interesse. Alle 20, saranno rappresentate le "scene di vita medievale", che vedono i terzieri, Castello, Matiggia e Piano impegnati nell'allestimento di suggestive rappresentazioni di arti, mestieri o semplici momenti di vita medievale.
Da dopo il tramonto, alla suggestiva luce delle fiaccole, vie, piazzette e cortili del centro storico, si animano di centinaia di personaggi abbigliati in costume medievale, i quali propongono le attività dei tempi passati.
Ogni terziere propone un tema , sempre riferito all'epoca medievale, che poi verrà rappresentato. Tema scelto dal terziere del Castello, almeno queste le indiscrezioni che sono trapelate, quello del Santo Graal che è stato argomento dell'allegoria presentata durante il corteo storico, e che in quest'occasione verrà sviluppato e ampliato.
Il Matiggia proporrà la vendemmia così com'era in uso del XIII secolo. Per il Piano nulla si sa. Una scelta che lascia perplessi considerando che quest'anno, finalmente, non si parla più di concorso.
Ma così è. Le scene, novità di quest'edizione, si svolgeranno lungo un unico percorso e saranno replicate domenica pomeriggio alle 17,30.
E per i più golosi l'occasione anche per assaggiare le gustose ed ottime castagne anche quelle di Manciano.
Un fine settimana davvero scoppiettante e se le condizioni meteo saranno favorevoli i visitatori non mancheranno certamente
Anna Maria Piccirilli
dal Corriere dell'Umbria Venerdì 24 Ottobre 2008




0 commenti

Posta un commento

Cerca notizie e informazioni su Spoleto e l'Umbria

Cerca per argomento

Cerca per mese di pubblicazione

News dalla Provincia di Perugia