Innovare ma anche riscoprire le radici, puntando al massimo prestigio artistico e alla grande rilevanza internazionale: questi gli obiettivi del 2009 per "Spoleto 52 - Festival dei due Mondi", concordati, nel corso dell'incontro, avvenuto nei giorni scorsi, tra il presidente della Fondazione Festival, Giorgio Ferrara, e il sindaco di Spoleto, Massimo Brunini, con le associazioni di categoria del territorio (Associazione Commercianti, Confartigianato, Cna, associazione industriali e Confcommercio).
Per l'occasione sono stati discussi i progetti collaborativi e le proposte sinergiche da realizzare per la prossima edizione del Festival.
L'intento, per avvicinare sempre di piu' la città, é di proporre il festival anche come happening collettivo, come festa per la città, da vivere anche al di fuori dei teatri, con eventi, animazioni ed iniziative che diano impulso ad un efficace e preciso progetto di marketing e di sviluppo territoriale.
Inoltre, si stanno già studiando spettacoli, convegni, incontri da realizzare con il contributo di idee e di risorse del territorio sotto il coordinamento organizzativo ed artistico della Fondazione.
Il Festival sarà anticipato anche quest'anno dal saluto dell'Umbria, una festa di benvenuto alla platea internazionale della kermesse da parte delle bande e dei gruppi corali di tutta la regione.
Per quanto riguarda le relazioni internazionali, dopo il gemellaggio con Charleston, l'idea é di stabilire rapporti piu' saldi con Melbourne, ospitando una delegazione della metropoli australiana, la terza sede nel mondo del Festival menottiano, città ricca di ambizioni culturali come dimostra il gemellaggio artistico che da alcuni anni la lega a Milano.
Oltre alle relazioni di carattere artistico e culturale, attraverso la capacità di attrazione che il Festival esercita, si stanno vagliando, insieme alle forze imprenditoriali della città, anche forme di partenariato e di collaborazione per progetti legati allo sviluppo economico della città.
Si é parlato anche di rilanciare l'appuntamento di Spoleto Scienza, a cura della Fondazione Sigma Tau, un appuramento scientifico-culturale che negli ultimi anni era passato troppo in sordina.
Infine, in un'ottica di promozione della città, per progetti che riguardano l'accoglienza turistica e la valorizzazione delle eccellenze del territorio, Ferrara e Brunini hanno inoltre incontrato i rappresentanti della Pro-loco e dell'associazione dei Produttori del Trebbiano Spoletino.



0 commenti

Posta un commento

Cerca notizie e informazioni su Spoleto e l'Umbria

Cerca per argomento

Cerca per mese di pubblicazione

News dalla Provincia di Perugia