l'Ufficio Stampa dell'Ente Nazionale Energie Rinnovabili (ENER) comunica l'adesione del comune di Spoleto al progetto "1000 impinati per la Comunità montana dei monti Martani, Serano e Subasio", per la realizzazione sul territorio comunale di gazebi da 3 Kw, destinati ai nuclei familiari.

Il Comune di Spoleto sceglie l'energia verde
Firmato il Protocollo d'Intesa con l'Ente Nazionale Energie Rinnovabili

Spoleto, 29 maggio 2010 - Si chiama "1000 impianti fotovoltaici per la Comunità montana dei Monti Martani, Serano e Subasio": è il progetto proposto dall'Ente Nazionale Energie Rinnovabili (ENER) al Comune di Spoleto che, aderendo a questa iniziativa, sceglie l'energia verde per i suoi cittadini. "Le persone hanno il diritto di ricevere le giuste informazioni - afferma Fiorella Campana, assessore comunale all'Ambiente - e questo progetto permette di capire le complesse dinamiche del risparmio sui costi energetici". Il progetto, sostenuto dal partner tecnico Gruppo Energesco, prevede l'installazione gratuita di 1000 impianti fotovoltaici da 3 Kw sul territorio della Comunità montana attraverso un bando pubblico. "Con la stipulazione di una scrittura privata tra il Gruppo Energesco e il cittadino - spiega Marco Elisei, Ceo (Chief Execuitve Officer ) del gruppo Energesco - la società si impegna a pagare tutte le rate del finanziamento, circa 21mila euro". Per il cittadino, solo tre le condizioni da rispettare: il versamento di 300 Euro all'ENER, la disponibilità di una superficie di almeno 25 mq per permettere l'installazione del gazebo e l'impegno di prendere in dotazione l'impianto per almeno 20 anni. "Così - afferma Marcello Trento, presidente ENER - la società instaura un rapporto di collaborazione strettissima, lunga e costante con il cittadino". Inoltre l'impianto è costituito da un gazebo di legno, che può essere utilizzato come copertura da giardino o posteggio per due autovetture. "È un progetto molto appetibile - continua l'assessore Campana - perché non ha costi per il cittadino e permette di arredare il proprio giardino con una struttura utile".
L'amministrazione di Spoleto intende educare i cittadini all'utilizzo delle energie rinnovabili, al rispetto dell'ambiente e del risparmio energetico:"In Italia - spiega l'assessore all'Ambiente -  l'energia elettrica costa il 40% in più rispetto alla media europea. È per questo motivo che risulta necessario ripensare ad un modello di sviluppo che permetta di risparmiare e rispettare l'ambiente. Tanto per fare ironia - dice Fiorella Campana - in un momento di tagli, è giunta l'ora di tagliare anche il costo della bolletta energetica".
Entusiasta dell'iniziativa anche il direttore della Comunità montana dei Monti Martani, Serano e Subasio, Marco Galli: "Bisogna tutelare le bellezze territoriali e le politiche adottate dalle energie rinnovabili vanno proprio in questa direzione. Avendo scelto di dire no alle centrali nucleari, è necessario trovare l'alternativa per produrre energia a basso impatto ambientale. È per questo che la Comunità ha scelto di utilizzare le energie rinnovabili. Recentemente, abbiamo ricevuto un finanziamento per la redazione di un piano per la gestione del territorio, non trascurando la tutela dell'ambiente. È nostra volontà diffondere in tutto il territorio una cultura ambientalista che consideri l'utilizzo dell'energie rinnovabili una condizione necessaria".
Aderendo a questa iniziativa, il Comune di Spoleto si aggiunge agli altri 8 Comuni della Provincia di Perugia (Montefalco, San Giustino, Acquasparta, Avigliano Umbro, San Gemini, Castel Viscardo, Allerona e Castel Giorgio) e agli oltre 1400 Comuni italiani che hanno scelto le energie rinnovabili proposte da ENER. Durante il suo viaggio itinerante per tutta l'Italia, ENER ha portato il suo messaggio anche all'amministrazione e ai cittadini di Spoleto: "Obiettivo dell'Ente Nazionale Energie Rinnovabili - sottolinea Marco Elisei - è di diffondere il concetto della micro generazione diffusa: ogni singolo individuo ha il diritto di auto produrre l'energia di cui necessita e, soprattutto, di poterne usufruire, quanto più possibile, in modo gratuito".
Per Spoleto la firma del Protocollo d'Intesa è occasione per avviare ufficialmente la politica ambientale comunale: "A giugno - conclude l'assessore all'Ambiente - si apriranno i bandi per l'installazione di tettorie fotovoltaiche sugli edifici pubblici, nella zona industriale e nelle aree verdi". Intanto verrà riaperto il bando di ENER: una possibilità per rispettare l'ambiente e far risparmiare sui costi dell'energia anche i cittadini di Spoleto. Il bando del progetto proposto dall'Ente Nazionale Energie Rinnovabili sarà aperto fino al 31 luglio 2010. Le domande potranno essere scaricate dal sito della Comunità Montana o dal sito www.eneritalia.org. Un tecnico del Gruppo Energesco sarà a disposizione dei cittadini per chiarire qualsiasi dubbio, presso lo sportello della Comunità montana allestito negli uffici comunali.





0 commenti

Posta un commento

Cerca notizie e informazioni su Spoleto e l'Umbria

Cerca per argomento

Cerca per mese di pubblicazione

News dalla Provincia di Perugia