Per la grande danza contemporanea, Ariella Vidach porta in scena Bodhi Studio, ovvero il corpo nell'universo virtuale. Questa sera alle 19 a Spoleto, all'Albornoz Palace Hotel di viale Matteotti (ingresso 5 euro). Tornano gli spettacoli del Progetto Atelier che, fino al 13 agosto, in collaborazione con il Comune di Spoleto, si distingueranno per una forte presenza della danza contemporanea. Ariella Vidach abita lo spazio fisico e traduce messaggi e percezioni digitali in real time attraverso i propri gesti. Il design set è realizzato dagli studenti del Naba e nasce dalla ricerca applicativa del gruppo, riferita alle interfacce interattive. Si tratta di una sperimentazione nell'ambito della human-computer-interface e sviluppa un sistema interattivo che permette di organizzare le conoscenze integrando diversi aspetti sensoriali. Il risultato è una performance che trova il suo ritmo in un contrappunto di scena digitale, dove lo spazio presenta continue modificazioni. Danza e interattività: il corpo nell'universo virtuale: Claudio Prati (videoartista) e Ariella Vidach (coreografa) sono i co-fondatori di Aiep e illustreranno, con brevi dimostrazioni e con l'ausilio di proiezioni video, le tappe e le tecnologie più significative della sperimentazione che da anni contraddistingue il loro lavoro, ovvero l'uso e lo sviluppo di strumenti interattivi applicati alla composizione coreografica. Una conferenza presenterà, poi, lo "stato dell'arte" nello sviluppo delle tecnologie interattive applicate alla danza e alla performance, passando in rassegna, attraverso la visione di estratti video degli spettacoli più significativi, le produzioni e le varie linee di ricerca espresse in dieci anni di sperimentazione "interattiva" della compagnia.
Nei prossimi giorni, sempre all' Albornoz Palace Hotel, sabato 13 Agosto, Vera Stasi (Tuscania) e Cie Blicke (Strasburgo), presenteranno al pubblico il proprio lavoro, ore 19 (ingresso 5 euro). Due le performance in programma: Figure Sonore: Piccolo evento/limite e Rosa e Pallido. Per finire, si tornerà al teatro di prosa: domenica 14 Agosto Pietro Biondi porta in scena all'Albornoz Palace Hotel, dalle ore 19 'Sonata a Kreutzer' di Lev N. Tolstoj, in occasione del centenario della morte dell'autore russo. Il testo recitato da Biondi è stato adattato da Maria Teresa Bax. La performance teatrale si svolgerà in due tempi e sarà accompagnata da musica dal vivo con due maestri d'eccezione: Alessandro Cervo al violino e Alessandra Gentile al pianoforte
Corriere dell'Umbria Mercoledì 10 Agosto 2011




0 commenti

Posta un commento

Cerca notizie e informazioni su Spoleto e l'Umbria

Cerca per argomento

Cerca per mese di pubblicazione

News dalla Provincia di Perugia