Tra maggio e ottobre si gireranno le riprese della fiction e già fioccano le prenotazioni negli alberghi da parte dei fan

Dodici settimane di riprese e primo ciak in piazza Duomo programmato per il 13 maggio. Manca ancora l'ufficializzazione di Rai fiction, attesa in città con i responsabili della casa di produzione Lux Vide, Matilde e Luca Bernabei, per un incontro con le istituzioni e le autorità, ma ormai il calendario delle riprese della nona, stagione di Don Matteo è praticamente pronto.

La troupe e il cast dello sceneggiato con Terence Hill nei panni dei prete detective sbarcheranno in città entro la prima settimana di maggio per restarci almeno fino all'8 giugno, quando si concluderà la prima delle tre tranche di riprese. Operatori video, truccatori, è costumisti e quant'altro faranno nuovamente capolino in città ad appena 48 ore dall'ultima calata di sipario della 56esima edizione del Festival dei Due Mondi, con il secondo giro di ciak che durerà tre settimane, dal 16 luglio all'8 agosto.

Le riprese spoletine si chiuderanno invece tra il 20 settembre e il 20 ottobre quando ancora una volta attori e comparse invaderanno piazze, vie e palazzi della città.
E le location scelte sono un altro particolare che si attende di conoscere dai produttori che, a quanto pare, avrebbero già deciso di allestire il set principale nella splendida cornice di piazza Duomo, optando, invece, per il teatro Caio Melisso, l'ex-Museo civico, entrambi di proprietà del Comune, e palazzo Bufalini, patrimonio privato, per le riprese interne. La parrocchia di Don Matteo dovrebbe invece prendere posto nella splendida chiesa di Sant'Eufemia della curia arcivescovile, ma anche qui per il momento manca. l'ufficialità. E le bocche restano cucite, mentre l’intera città è già in pieno fermento.

Da un paio di settimane, vale a dire da quanto la Lux Vide ha reso di noto di avere deciso di spostare le riprese da Gubbio a Spoleto, gli albergatori hanno ricevuto decine di telefonate da parte dei fan di Don Matteo pronti a raggiungere la città per assistere alle riprese dello sceneggiato. Un interesse quello di curiosi e appassionati che, come insegnano gli operatori turistici di Gubbio, ha spinto i titolari delle strutture a mettersi al lavoro per infiocchettare offerte, e pacchetti allettanti. Che, naturalmente, si spera vadano a ruba.

di Chiara Fabrizi
Corriere dell'Umbria Sabato 30 Marzo 2013




0 commenti

Posta un commento

Cerca notizie e informazioni su Spoleto e l'Umbria

Cerca per argomento

Cerca per mese di pubblicazione

News dalla Provincia di Perugia