"Comunichiamo la data di apertura di CSTerme Antichi Bagni di Triponzo: 10 settembre 2016."

triponzonQuesto l'annuncio apparso nelle ultime ore sulla pagina facebook dell'antico complesso termale, il quale dopo 35 anni si avvicina alla tanto attesa riapertura. Meno di un mese, dunque, per assistere alla rinascita di quello che è destinato a diventare il nuovo paradiso della Valnerina, un vero e proprio parco del benessere, a cui tutti, operatori del settore turistico e turisti stessi da tutta Italia e non solo, guardano con enorme favore.
Dalla presentazione d'anteprima dei lavori, fatta a Spoleto lo scorso 16 maggio, davvero grande è stata l'attesa per l'apertura ufficiale dello stabilimento, sicuro volano per lo sviluppo sociale ed economico di tutto il comprensorio della Valle del fiume Nera.
Già quasi 500 sono i like ottenuti dal post delle CSTerme nei social, numero destinato a crescere in modo vertiginoso, cosi come la gioia nell'avere finalmente una data ufficiale di apertura. Stato d'animo comune , a quanto risulta leggendo i commenti alla comunicazione, che parlano di tanti futuri utenti in fermento, i quali dopo un'attesa ultra trentennale non stanno più nella pelle.
Le Terme dei "Bagni di Triponzo", oggi Cerreto di Spoleto Terme, si estendono su un' area di circa 50 mila metri quadrati, interamente immersi nel verde bosco umbro.
In questo luogo, raccolte in una lunga vasca, sgorgano 18 sorgenti di acqua termale solfurea dal colore verde smeraldo, alla temperatura di circa 31 °.
La Spa è una delle più grandi strutture di questo tipo presenti in Umbria, con circa 1700 metri quadri coperti, con 4 vasche termali, aree per trattamenti personalizzati, solarium, bar, ristorante, Spa suite ed una grande area ipogea, che unisce la cultura romana e araba per il circuito del benessere, dove il frigidarium, il tepidarium il calidarium e l'hammam, vengono declinati secondo una moderna reinterpretazione.

Le attività presenti all'interno del complesso prevedono spazi per bagni termali, sauna, bagno turco, zone relax, cabine per fanghi, massaggi, stanza del sale , trattamenti estetici e di medicina estetica.
Si avvicina dunque il taglio del nastro, che segnerà un momento storico, non solo per Triponzo ed il comune di Cerreto, ma anche per tutta la Valnerina e l'Umbria stessa, testimoni di un evento unico che segnerà il futuro e con temporaneamente riporterà al passato, guardando a quelle stesse acque termali note fin dall'epoca romana, che Virgilio aveva menzionato nell' Enéide, che un'analisi chimica del 1862 aveva descritto come "eroico rimedio" e che oggi sono finalmente pronte a rinascere e diventare protagoniste del futuro.

Alessia Nicoletti
Corriere dell'Umbria 15 Agosto 2016





0 commenti

Posta un commento

Cerca notizie e informazioni su Spoleto e l'Umbria

Cerca per argomento

Cerca per mese di pubblicazione

News dalla Provincia di Perugia