Sono già passati due anni, da quel drammatico pomeriggio in cui, da Montecarlo, arrivò la notizia della morte di Giancarlo Menotti.
E Spoleto oggi dedica un commosso ricordo al Maestro, definito dall'assessore alla cultura Giorgio Flamini come il "patrono laico" di Spoleto.
Si comincia con la messa in suffragio, alle 11,30, in Duomo. La cerimonia sarà officiata dall'arcivescovo Fontana, e vedrà la presenza della cappella musicale del Duomo.
Poi alle 17 al teatro Nuovo, che molti vorrebbero intitolare alla memoria di Menotti, è in programma un concerto-spettacolo, presentato dall'attrice spoletina Maria Elena Vandone.
Sul palcoscenico verranno proiettate le immagini di Gian Carlo Menotti, che si tradurranno in pensieri e in emozioni.
Una sorta di diario visivo, per raccontare la straordinaria esperienza umana ed artistica del Maestro.
E tanti giovani artisti, fra cui il meglio che Spoleto sa offrire, grazie al fertile vivaio cresciuto in città sulle onde del Festival.
Accompagnata al pianoforte da Egidio Flamini, salirà sul palco del teatro Nuovo la cantante spoletina Daniela Pupella che presenterà la canzone "i prey".
Parteciperanno inoltre il Duo Malastrana con Luciano Biondini alla fisarmonica e Mosè Chiavoni al clarinetto che proporranno melodie e ritmi klezmer "per piangere e ridere".
Laura Magnani al pianoforte eseguirà inizialmente brani di Chopin. Tra gli artisti coinvolti anche il Jazz trio di Cucchiaroni, Marino e Giampaoli e il soprano Francesca Cappelletti accompagnata dalla pianista Moira Michelini proporranno Puccini in "Tu che di gel sei cinta" dalla Turandot" e "Vissi d'arte vissi d'amore" dalla Tosca.
Il clarinetto di Alfredo Natili si accompagnerà ancora al pianoforte di Laura Magnani per proporre Schubert.
Mentre Cristian Panetto e Giorgio Zinzi, duo pianoforte e sax, eseguiranno "Stella by Starlight" di Young, "Everthing happens to me" di Adair e "Body and Soul" di Green.
Marcello Bizzarri (sax soprano e percussioni) e Rojo (percussioni), Luciano Biondini (fisarmonica), Egidio Flamini (pianoforte) dedicheranno al Maestro "Was Gott tut, das ist wohlgetan" e "Nuvole Rosa".
Alfredo Natili e Anna Pennetti Pennella in un duo di clarinetti passeranno sul palco del Teatro Nuovo con due danze tedesche tratte dal repertorio di Mozart, Gabriele Francioli e Gianni Scarabottini, clarinetto e fisarmonica, offriranno "Lelia" di Caporilli e "Acquarelli cubani" di Fancelli.
Concluderanno il soprano Mariangela Campoccia e il pianoforte di Laura Magnani con "La Lettera" e "Rassegnazione" da "i Canti della lontananza" di Gian Carlo Menotti
Filippo Casciola
Corriere dell'Umbria Domenica 1° Febbraio 2009




0 commenti

Posta un commento

Cerca notizie e informazioni su Spoleto e l'Umbria

Cerca per argomento

Cerca per mese di pubblicazione

News dalla Provincia di Perugia