Un inizio col botto per la settima edizione di "Vini nel mondo". La manifestazione è stata inaugurata ieri in piazza Garibaldi con una grande bottiglia di Asti stappata alla presenza del patron Alessandro Casali, del sindaco Daniele Benedetti, del presidente di "Arte, gusto e cultura" Giampaolo Emili, dell'assessore regionale all'agricoltura Fernanda Cecchini, del suo omologo sardo Mariano Contu, del capo di Gabinetto del ministero per le politiche agricole Antonello Colosimo. Presenti anche autorità politiche locali e giornalisti italiani e stranieri. A fare da madrina alla manifestazione quest'anno è la giovane Silvia Mazzieri, Miss cinema Asti. Grande ospite di quest'anno per la prima volta la regione Sardegna.Fino a domani la città ospiterà l'evento ideato da Casali nei luoghi più suggestivi, ricreando così un'enoteca a cielo aperto. Questa edizione vede l'ingresso anche degli oli Dop e Igp. Presenti anche stand gastronomici.
"Il vino è la bevanda più genuina - ha esordito Casali - e Spoleto da città franca sta diventando importante con il riconoscimento del Trebbiano come vitigno autoctono. Gli alberghi sono pieni a 30 km da qui -ha continuato il patron - questo vuol dire che l' enoturismo è un binomio vincente. Questi settori vanno aiutati perché sono il petrolio dell'economia italiana."
Insomma grandi elogi per il vino di qualità, che serve anche a promuovere all'estero l'Italia. Con Colosimo che ha annunciato che entro l'estate al Trebbiano spoletino verrà data da Roma la certificazione Doc.
"La Regione sostiene la manifestazione - ha ricordato la Cecchini che è un'occasione per promuovere in modo particolare questa bevanda in una cornice come Spoleto che è città d'arte, rendendo il bere anche suggestivo."
In questo momento in Umbria ci sono 13.000 ettari di vigne che si sono sviluppate grazie ai sostegni finanziari degli enti per l'innovazione "e le cantine sono fin troppe" ha sostenuto l'assessore.
"Oggi non serve un'espansione - ha precisato - ma ci serve il mercato e lo sforzo congiunto delle istituzioni per promuovere il settore. La presenza del ministero alla manifestazione è importante."
La Cecchini ha ricordato che gli assessori all'agricoltura di tutta Italia hanno presentato un ordine del giorno per evitare In manovra del Governo che impone alle Regioni tagli dell'80% delle risorse destinate a mostre e fiere gastronomiche,
"perché servono a far muovere l'economia ed a valorizzare la nostra enogastronomia."
Emili e Casali hanno ricordato quanto sia importante bere consapevole, mentre a concludere i saluti ci ha pensato il sindaco Benedetti:
"Noi ci mettiamo sempre a disposizione degli altri - ha detto - per gli eventi per incentivare il gioco di squadra con tutti."
Il Giornale dell'Umbria Sabato 4 Giugno 2011




0 commenti

Posta un commento

Cerca notizie e informazioni su Spoleto e l'Umbria

Cerca per argomento

Cerca per mese di pubblicazione

News dalla Provincia di Perugia