Spoleto, anche con il Teatro Lirico Sperimentale, si conferma un volano culturale di prim'ordine nel panorama nazionale e internazionale. Ieri, è stato presentato il programma della stagione 2012 e dei concerti "Situ-Azioni”, notturni nelle isole archeologiche che l'11 luglio inizierà l'affascinante percorso a Montone (Piazza Fortebraccio alle 18.30) nell'ambito dell'Umbria Film Festival. Un "Lirico" che da quest'anno aprirà anche una finestra sulla capitale dal 3 al 7 ottobre, al Teatro Italia, in via Bari, 18, dove porterà "La Traviata".

L'opera verdiana impegnerà il cartellone della 66ma stagione dello "Sperimentale" dal 18 al 23 settembre Spoleto al Teatro Nuovo), Perugia al Teatro Morlacchi dal 25 al 27, Città di Castello al Teatro degli Illuminati il 28, Orvieto, al teatro Mancinelli il 29, Todi al teatro comunale il 30. A ottobre, oltre che a Roma, l'opera sarà allestita il 2 (doppia recita alle 10 e alle 20.30) al teatro Lyrick.

“L'opera ottocentesca dobbiamo farla - ha ammesso Zurletti sempre alla ricerca di nuovi stimoli culturali e artistici per la sua creatura - é quella che richiama il pubblico e che ci garantisce di riempire i teatri".

Ma quelle che stanno più a cuore al direttore artistico sono le altre proposte di questo ricco programma che propone musica con la "m" maiuscola anche del '700, del '900 e contemporanea. In quest'ultimo contesto si colloca l'inedita e stimolante proposta "Opera Migrante" (Spoleto, Teatro San Nicolò dal 7 al 9 settembre, Foligno 13 settembre Auditorium Santa Caterina) che vede il connubio Mario Perrotta-Liscio Gregoretti. Il primo autore del testo, il secondo delle musiche. Due atti "Andante italiano alla belga" e "Fuga straniera con moto" e un filo conduttore: lo stato d'animo di chi è stato emigrante e di chi lo è ora che presenterà non poche sorprese. La stagione si aprirà però con "Eine Kleine Klostermusik" l'11 agosto (replica il giorno dopo) al Chiostro di San Nicolò. Un esperimento inedito con quattro pianisti che da spazi diversi eseguiranno in contemporanea ciascuno il proprio brano. Completano il cartellone "La favola dei tre Gobbi" (Teatro San Nicolò dal 14 al 16 settembre) e "Lieder & Lieder 7": Dino Villatico e Paola Boneschi leggono testi greci su musiche di autori del '900 (19 settembre). "

Lo `Sperimentale' va salvaguardato. É l'Umbria che esporta cultura - ha sottolineato l'assessore regionale alla cultura Fabrizio Bracco presente, con gli assessori Donatella Porzi (Provincia) e Battistina Vargiu (Comune) - con il merito di essere l'unica istituzione umbra a promuovere la lirica".

Rosanna Mazzoní
La Nazione Domenica 8 Luglio 2012





0 commenti

Posta un commento

Cerca notizie e informazioni su Spoleto e l'Umbria

Cerca per argomento

Cerca per mese di pubblicazione

News dalla Provincia di Perugia