In poco più di un mese gli autovelox, installati lungo la Strada Statale Flaminia, hanno rilevato oltre 4mila infrazioni. Applicando la sanzione minima di 40 euro, il comune avrebbe incassato ben 160mila euro. Il dato è preoccupante, visto che si tratta del periodo di rodaggio dei nuovi rilevatori di velocità ed ha indotto l'amministrazione a posticipare ulteriormente l'entrata in funzione dei due nuovi autovelox, posti all'altezza delle svincolo nord, in direzione Foligno e in prossimità di una curva pericolosa, che precede il bivio di Ancaiano, nelle vicinanze del valico della Somma, in direzione Terni.

Lungo questo tratto di strada il limite di velocità è di 50 km/h e l'elevato numero di infrazioni, rilevato dalla polizia municipale nel periodo di pre-esercizio dei rilevatori di velocità, può essere dovuto proprio al limite, forse troppo basso. A tal proposito i consiglieri comunali del Pd, Martellini, Rutili e Montesi, qualche giorno fa, aveva Problema di funzionamento dei due autovelox posti sulla Flaminia è al momento sospeso in attesa della risposta dell'Anas no presentato una mozione al sindaco Benedetti, affinché si attivasse per richiedere all'Anas di elevare il limite di velocità di almeno 20 km/h, portandolo quindi a 70 Km/h, nello specifico tratto di strada controllato degli autovelox.

Richiesta immediatamente raccolta dall'Amministrazione, che si sarebbe già attivata per inoltrare la documentazione ufficiale all'Anas. Naturalmente tale situazione comporterà un ulteriore ritardo nell'attivazione del progetto, volto a garantire la sicurezza degli automobilisti, lungo la Strada Statale Flaminia.
Quella dell'Amministrazione è stata comunque una scelta politica, dettata da una situazione piuttosto sgradevole. Dai dati emersi, infatti, è palese il rischio di “vessare” gli automobilisti con sanzioni piuttosto pesanti.

“Al momento l'attivazione dei due nuovi rilevatori di velocità slitta ulteriormente, - afferma il comandante della polizia Municipale, dottor Vincenzo Russo - rimaniamo in attesa di una risposta da parte dell'Anas sulla proposta di elevare il limite a 70 Km/h. Certo è che, nel caso dovesse essere modificato il limite di velocità, dovremmo comunque riattivare il periodo di pre-esercizio degli autovelox, per monitorare nuovamente la situazione”.

La strumentazione di nuovissima generazione, essendo installata lungo una Strada Statale, può rimanere in funzione 24 ore su 24.

D. M.
La Nazione Sabato 9 Febbraio 2013





0 commenti

Posta un commento

Cerca notizie e informazioni su Spoleto e l'Umbria

Cerca per argomento

Cerca per mese di pubblicazione

News dalla Provincia di Perugia